Perché gli italiani emigrano in Inghilterra

Perché gli italiani emigrano in Inghilterra

L’Inghilterra è la principale destinazione per gli italiani in cerca di fortuna. Una vera e propria fuga di cervelli, che interessa i giovani tra i 18 e i 34 anni, la fascia maggiormente colpita dalla crisi economica. La maggior parte di questi ragazzi viene da Roma e Milano e dal Veneto, regione a nord-est. Secondo la Coldiretti, un italiano su due dichiara di essere pronto a preparare lo zaino e a partire alla ricerca di opportunità lavorative all’estero. L’esportazione italiana è in crescita, ma non come si potrebbe pensare di prodotti quali borse e scarpe made in Italy o Parmigiano, ma persone, soprattutto giovani con un alta formazione accademica.

shutterstock_497425381Formazione accademica presso le università inglesi

Sono sempre di più gli studenti italiani che ogni anno decidono di partire e frequentare un corso universitario all’estero. Tra le mete preferite troviamo sicuramente l’Inghilterra. Quali sono le ragioni? Senza dubbio la qualità dell’insegnamento le strutture all’avanguardia e i servizi offerti agli studenti sono di livello superiore rispetto a quello italiano. Il corso di laurea in medicina nel Regno Unito ha un’eccellente reputazione, riconosciuta come una tra le migliori a livello internazionale. Gli studenti possono personalizzare il loro percorso di studi scegliendo tra vari corsi disponibili. Chi otterrà una laurea in Gran Bretagna avrà più possibilità di trovare un impiego, grazie anche ai capitali che vengono investiti nella ricerca.

Fuga di cervelli

In un paese come l’Italia dove la popolazione è in maggioranza anziana, il desiderio di così tanti giovani di lasciare l’Italia costituisce una perdita inaccettabile di individui altamente formati e di talento dei quali il nostro paese avrebbe estremamente bisogno, l’unico modo per rimettere in marcia questo paese è rilanciare la crescita. La popolazione registrata di italiani che vivono a Londra è di 220.000 persone, ma i funzionari ritengono che la cifra reale possa essere più vicina al mezzo milione di persone. Gli italiani costituiscono la quarta più grande comunità europea presente nella capitale, dopo i polacchi, gli irlandesi e i francesi.